Servi di Maria - Genova
Parrocchia Santa Maria dei Servi




27-06-2017 Martedì della XII sett. del Tempo Ord.

L'Ingresso a Santa Maria dei Servi di P. Johnas M. Murallon

Domenica 11 dicembre 2016 P. Johnas M. Murallon è entrato ufficialmente quale Amministratore Parrocchiale a Santa Maria dei Servi a Genova.

Riportiamo il saluto dei parrocchiani all'inviato del Vescovo e le parole di P. Johnas.

Presbiteri e chirichette al termine della Concelebrazione per l'insediamento di P. Johnas M. Murallon come Amministratore Parrocchiale a Santa Maria dei Servi

Questo il saluto e il benvenuto della parrocchia a Monsignor Borzone, inviato dall' Arcivescovo Cardinale:

"Rev.do Monsignor Borzone,  

     con grande gioia desideriamo darLe il benvenuto nella comunità parrocchiale di Santa Maria dei Servi di Genova, città che come forse saprà ha da sempre una grande devozione per la Vergine Maria e che dal 1274 ospita i Servi Di Maria con sincero affetto e riconoscenza.

La ringraziamo per questa sua visita, ma soprattutto la ringraziamo per le preghiere e l'attenzione che sappiamo ha sempre mantenuto sulla nostra comunità parrocchiale: una comunità viva, forte, numerosa, insediata in un quartiere centrale e animato della città dove non può magare una concreta presenza e testimonianza del Cristo.

Siamo qui oggi riuniti per dare il benvenuto a Padre Johnas M. Murallon che sarà nominato oggi amministratore parrocchiale.

In questi primi mesi passati insieme abbiamo potuto apprezzare molte doti di Padre Johnas e siamo pertanto molto felici che il Signore abbia voluto che la sua missione e la sua strada lo portasse qui da noi, a Genova.

La sua è stata un'entrata in punta di piedi: desideroso di ascoltare e di comprendere una parrocchia variegata e in rinnovamento generazionale come la nostra dove convivono famiglie, anziani, giovani,bambini, poveri, persone senza fissa dimora: ognuno con le proprie criticità e problemi, ma anche potenzialità per dare vita e coraggio alla nostra presenza nel quartiere della Foce.

Rispettoso dei tempi e del lavoro del suo predecessore P.Sergio Sassatelii, a cui rivolgiamo ancora una volta le nostre preghiere e il nostro sentito grazie, padre Johnas ha mostrato da subito una forte volontà di rinnovamento e di coinvolgimento attivo nella vita parrocchiale cercando sempre la collaborazione con Padre M.Venanzio Ramasso, baluardo indistruttibile della nostra comunità con cui ha formato una coppia di giovani e attivissimi pastori. 

A tal proposito ha subito mostrato il suo esempio e la sua volontà durante le celebrazioni proponendosi sempre con il canto e la volontà di coinvolgere i fedeli  attraverso omelie mai banali e spesso ricche di domande che ci pongono domande dirette al nostro cuore e al nostro rapporto con Dio.

Padre Johnas ha inoltre voluto subito conoscere tutte le realtà parrocchiali: il catechismo, gli scout, la Biblioteca, senza mai tirarsi indietro da queste opportunità pastorali anche quando le riunioni degli scout gli chiedono di fare le ore piccole, ma anzi partecipando in prima persona a tutti gli incontri e spronando sempre genitori, capi scout, catechiste a fare qualcosa di più, a cercare la missione che il Signore sta chiamando in ciascuno di noi "suoi collaboratori", come ama spesso chiamarci Padre Johnas.

Numerose sono le sfide che attendono padre Johnas, ma noi siamo pronti a supportarlo per far sì che la parola di Dio non resti chiusa dentro le porte di questa chiesa. 

Affidiamo alla Beata Vergine Maria e al Signore Nostro Gesù Cristo, la nostra parrocchia e il mandato di Padre Johnas: possa essere oggi l'inizio di un cammino condiviso come comunità parrocchiale, che guardi a una testimonianza forte, rinnovata e partecipata dei valori della nostra fede per il bene dei nostri giovani, del nostro quartiere e della nostra città."

 Il ringraziamento di P. Johnas M. Murallon atl termine della Messa di insediamento quale Amministratore Parrocchiale

E questo il ringraziamento di P. Johnas:

"
Carissimi confratelli, carissimi parrocchiani,

 

            É con grande gioia ma anche con tanta trepidazione che assumo da oggi l’incarico di amministratore parrocchiale.

            Ringrazio anzitutto il nostro Vescovo, S.E.R. Angelo Cardinale Bagnasco, che mi ha preceduto nell’attività di parroco. Ricordo e ringrazio il Vicario generale della Diocesi, mons. Marco Doldi (che purtroppo oggi non può venire per causa della febbre) e a Lei, mons. Luigi Borzone, che rappresenta oggi tutta la Diocesi di Genova, il mio profondo ringraziamento e caloroso benvenuto nella mia nuova comunità parrocchiale. Non mancherò di relazionarmi con loro, per giovarmi della loro preziosa esperienza e chiedergli i consigli di cui certamente necessiterò.

            Mi è stata affidata una grande responsabilità, ma auspico che il Signore donandomi la fede mi abbia fornito dei talenti indispensabili per sostenerla. Con il Suo aiuto spero di riuscire anch’io a comportarmi come il servo buono della nota parabola presente nel Vangelo di Matteo, ed essere quindi capace di far fruttare al meglio le monete assegnatemi:

            “Colui che aveva ricevuto i cinque talenti – dice infatti Matteo – venne e presentò altri cinque talenti dicendo: Signore, tu mi affidasti cinque talenti e io ne ho guadagnati altri cinque.

            Il suo padrone gli disse: Va bene servo buono e ubbidiente, sei stato fedele in poca cosa ti costituirò sopra molte cose; entra nella gioia del tuo Signore.”

            Nel Vangelo di Marco si legge invece: “Chi vuol essere grande tra voi sia il vostro servitore, e chi vuol essere il primo sia il servo di tutti. Il Figlio dell’uomo infatti non è venuto per essere servito ma per servire.”

            È con un medesimo atteggiamento, animato dalla forza dello Spirito Santo, che mi accingo ad affrontare le nuove responsabilità che da questo momento ricadranno su di me.

            Avrò come modello e guida l’indicazione che ci viene dall’inizio della Costituzione Pastorale Gaudium et spes del Concilio Vaticano II, dove si legge:

            “Le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce degli uomini d’oggi, dei poveri soprattutto e di tutti coloro che soffrono, sono pure le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce dei discepoli di Cristo, e nulla vi è di genuinamente umano che non trovi eco nel loro cuore.

            Il mio auspicio è che tali affermazioni si trasformino in un concreto programma che insieme attueremo per essere testimoni autentici del messaggio evangelico.

            Vi prego di pregare per me, così come io prego già per voi, affinché il Signore mi dia e ci dia la forza di affrontare nel modo più positivo possibile questo nostro cammino di fede.

            Grazie!!!"



I Servi di Maria a Genova   Home

I Servi di Maria a Genova   Home


Parrocchia Santa Maria dei Servi - Largo Santa Maria dei Servi, 5 - 16129 Genova - p.i.: 95016550105
Tel. 010 564077 - Fax 010 581409 email: parrocchia@servidimariagenova.it
Copyright © 2016 - Parrocchia Santa Maria dei Servi di Genova - Tutti i diritti riservati